Fisioterapia ECOGUIDATA

  • Stampa

                            

Data la nostra esperienza di ex sportivi professionisti comprendiamo quanto un atleta abbia bisogno di certezze terapeutiche per velocizzare i processi di guarigione e soprattutto evitare delle recidive che possano aumentare i tempi di assenza dall'attività agonistica.

Soprattutto negli ambienti dilettantistici dove non c'è la possibilità di essere seguiti da uno staff medico con attrezzature all'avanguardia, gli atleti in seguito ad infortunio, si trovano a dover fare i conti con la propria conoscenza e sensazione dolorosa e la pressione imposta da allenatori e società che impongono all'atleta stesso, a maggior ragione se è un atleta importante per il gruppo, un rientro all'attività in condizioni sicuramente dannose per la salute stessa dell'atleta, tutto per vincere una competizione.

D'altro canto ci sono invece atleti che esasperano la condizione dolorosa e al minimo sentore si fermano per paura di compromettere l'integrità della struttura.

E' di fondamentale importanza per la salute dell'atleta conoscere bene quale sia il problema dei tessuti danneggiati, attraverso indagini strumentali (ecografia, rmn, TAC ecc) che devono essere eseguite da un medico specializzato, ma è di altrettanta importanza rendere sicuro l'atleta del trattamento che sta svolgendo attraverso la monitorizzazione del decorso clinico dell'infortunio. E' qui che l'ecografia in fisioterapia diventa fondamentale. 

Durante la pratica terapeutica noi forniamo la lettura ecografica (senza emettere diagnosi) del decorso del trattamento per permettere al paziente di essere controllato alla perfezione circa il suo problema.

In questo modo evidenziamo: 

- il momento giusto per riprendere l'attività e con quali carichi

- scongiurare recidive

- rassicurare l'atleta su eventuali dolori che non dipendono da lesioni dei tessuti

- realizzare un trattamento ad hoc per ogni paziente


Lavorando con la guida ecografica il paziente apprezza la SINCERITA' dei trattamenti proposti, analizzando con i suoi stessi occhi cosa cambia effettivamente durante il trattamento