Cristalloterapia

Come tutta la materia, i cristalli sono costituiti da atomi, che sono a loro volta formati dall’unione di protoni, neutroni e elettroni. A ben considerare, come la scienza ha appurato, ma che detto all’uomo comune, appare un assurdo incredibile, in realtà quello che consideriamo materia, perché sensorialmente, così è percepita, materia non è, ma un insieme di vibrazioni di energia in sintonia colla più vasta sintonia cosmica. L’intero Universo fisico è una creazione dovuta alle differenti variazioni e combinazioni degli atomi. Il modo con cui la Natura deciderà come i singoli atomi si legano fra di loro, determina il tipo di molecola che si deve formare e l’aspetto finale della “cosa”, nel caso in esame il “minerale”.
In ambito dei minerali, noi teniamo conto dei “cristalli”, nella cui formazione strutturale, gli atomi si legano tra di loro in perfetta unità e armonia. Questa armonia originale si manifesta anche a livello molecolare, in quanto ognuna delle molecole che pulsano vibra con la medesima frequenza. La microstruttura che ne deriva determina le proprietà fisiche del cristallo, quali la forma esteriore, la durezza, il clivaggio, il tipo di frattura, il peso specifico e le proprietà ottiche.
Nel regno dei cristalli esistono sette famiglie, ciascuna famiglia è dotata di una propria struttura geometrica e di una propria analogia molecolare. Le sette famiglie dei cristalli sono così suddivise in sistemi: il sistema isometrico (cubico), il sistema tetragonale (a quattro lati), il sistema esagonale (a sei lati), il sistema ortotrombico (a forma di losanga-trapezio), il sistema monoclino e i sistema triclino. E’ ovvio che ogni cristallo appartenente ad un sistema, ha un proprio modo ordinato di disposizione degli atomi, ciò rende ogni forma completa e unica, ma soprattutto molto purificata.
Queste manifestazioni fisiche vibrano assieme all’energia cosmica che le ha create, nel corso di questo processo che dura milioni di anni, la Natura, enuclea forme perfette, dai colori brillanti e dalla luce radiosa. Il vertice del cristallo connette e allinea ciascuna molecola, atomo, protone, elettrone e neutrone, racchiuso nel cristallo. I cristalli sono così in grado di ricevere, contenere, proiettare, emanare e riflettere la luce, che costituisce la forma più elevata di energia nata nell’universo fisico.
La cristallo terapia, fra le altre cure a cui può accedere l’uomo, è la più esoterica, per comprenderne l’efficacia è fondamentale modificare il nostro modo di vedere noi stessi e tutto quanto ci circonda. Se abbiamo letto attentamente la parte precedente, abbiamo intuito che ciò che definiamo materia, in realtà è soltanto energia, anche se facciamo fatica a digerirlo.
Energia, significa vibrazione, tutto è formato da energia vibrante che secondo Natura assume sensorialmente forme diverse, ma in sostanza differiscono soltanto secondo la purezza dell’energia. Il cristallo è esente da distorsioni di struttura, la sua energia si muove in modo ordinato integrandosi e interagendo con le energie esterne in maniera diretta e incisiva. Che le pietre possiedono energia è ovvio, grazie alle vibrazioni del quarzo, ascoltare la radio, vedere la televisione o sapere che ore sono è possibile. Che il raggio laser venga prodotto tramite la luce e il rubino è cosa risaputa. La tormalina è in grado di produrre piroelettricità e pizoelettricità.
Ma come agiscono i cristalli sulle malattie?
Riallaciandoci a quanto detto, non è impossibile comprendere che se tutto è energia e vibrazione, la malattia non è niente altro che un blocco energetico, che provoca vibrazioni instabili che si tramutano in disfunzioni sul piano fisico e psichico, ossia modificazioni delle strutture in quanto forme. Le malattie sono dunque vibrazioni distorte, delle quali tralasciamo di considerarne le cause, non pertinenti all’argomento trattato, che sono proiettate, come tutte le vibrazioni, all’esterno del corpo fisico attraverso i chakra. Allorché utilizziamo un cristallo, la sua energia perfetta, interagisce con quelle disturbate del corpo malato e induce un riequilibrio della disarmonia. Ogni tipo di cristallo agisce in modo definito, pertanto ogni differente tipo di vibrazione, secondo il tipo di cristallo, interagisce con la vibrazione disarmonica similare, che viene corretta, ciò porta alla guarigione fisica.